Terzo capitolo – LE INCREDIBILI AVVENTURE VIRTUALI DELLA SIGNORA GIULIA

ROSICAMENTI VIRTUALI

«Signora, ce se deve assolutamente mette su feisbuc! Ho sentito dì dalle amiche sue der brigge che pure loro se so segnate»
Insiste Erika cercando in tutti i modi di convincere la signora Giulia ad aprire un profilo su Facebook.
«Sì Erika, lo so. Ma io non sono molto favorevole a questo tipo di social network… Poi tutti si fanno gli affari degli altri!»
«Ma er bello è proprio quello! Quando per esempio voi fà rosicà qualcuno, basta che metti la foto su feisbuc o scrivi qualche cosa pè fa capì che stai in un certo posto, non se se me spiego…»
«Appunto, non mi sembra una buona cosa, che senso ha? Far sapere agli altri dove sei e cosa stai facendo!»
«Ma signora mia, lei non sa quanto è invidiosa la gente… e pè levaglie la sete cor prosciutto bisogna falli contenti così sparlano e sparlano finché nun c’hanno più niente da dì! »
«Come dici? Cosa c’entra il prosciutto?»
«Mamma parla in italiano!» risponde Manuel seccato «Scusi Signora Giulia, quello è un modo di dire, mia madre intendeva dire che alle persone troppo curiose bisogna togliere appunto la curiosità fornendogli particolari sulla propria vita privata in modo che poi dopo diventino invidiose e poi“rosicano” come dice lei»
«Ah, capisco. Ma io sono al di fuori di queste dinamiche, sono una persona riservata, non mi piace stare al centro dell’attenzione e non voglio ingerenze nella mia vita privata»
«Senta Signora, facciamo così, lei se segna e poi se nun le piace se cancella, tanto ce vole un attimo! Vedrà che le amiche sue saranno contente e poi… parlamose chiaro, Lei signora mia, sta troppo isolata! Se non fosse per il brigge e le cene che organizza ogni tanto starebbe sempre sola!» Erika insiste.
«Erika, lo sai che da quando mio marito ci ha lasciato non ho più voglia di uscire e frequentare gente» Lo sguardo della signora Giulia tradisce la sua immensa tristezza..
«Lo so, lo so quanto era bravo il signor Armando! Ma Lei è ancora giovane, na bella donna come lei dovrebbe cercasse… una buona compagnia, non so se me so spiegata…»
«Cara, ma lo sai che io non cerco affatto la buona compagnia che intendi tu, sto bene da sola»
«Signora, ha visto come me so ripijata bene dal divorzio? All’inizio, quando mi marito se n’è annato me so disperata, poi ho pensato… ma chissenefrega!»
«Mamma! Modera i termini»esclama Manuel infastidito.
«Sì, scusa bello de mamma, volevo solo dì che uno se deve dà na mossa, nun po’ sta a piagne tutto er giorno e ripensà al passato! Signora Giulia, so passati tanti anni e lei deve comincià a cambià musica»
La signora Giulia sorride, il modo di esprimersi della sua collaboratrice la diverte molto, in fondo è una persona sempre allegra e gioviale, riesce a metterla sempre di buon umore, anche se a volte esagera intromettendosi in cose che non la riguardano.
«Su feisbuc magari pò rivedè amici vecchi, sapè quello che fanno le amiche sue e magari può decide de partecipà a qualche evento» L’insistenza di Erika inizia a darle noia.
Ci sono solo due cose da fare. Accettare la proposta oppure chiudere definitivamente la questione. La signora Giulia controlla l’orologio e si accorge che è tardissimo.
«Va bene Erika, facciamo questa prova, ma solo una prova. Se poi decido di cancellarmi da Facebook non dovrai più parlarmi di questa cosa, promesso?»
«Certo signora Giulia, lo giuro, se se segna me fa davvero piacere, se poi ce ripensa prometto che nun rompo più le scatole» Erika sorride felice. Si avvicina a Manuel cingendogli con tenerezza le spalle.
«Manuel, aiuta la signora Giulia a fa sta cosa, io torno in cucina. ODDIO! ho lasciato i peperoni sur foco! Che puzza de bruciato!» la donna si allontana di corsa imprecando a voce alta.
«Signora, mi occorrono solo il nome, cognome e una mail, poi gli altri dati li possiamo inserire in seguito».
La signora Giulia prende carta e penna, lascia l’appunto sulla scrivania e si dirige velocemente in cucina per verificare cosa è successo ai contorni.
«Che disastro!» Erika cerca di porre rimedio al danno, togliendo i peperoni superstiti dalla padella annerita. Un odore acre di bruciato si è diffuso in tutta la cucina.
«Signora Giulia, come me dispiace! Se so bruciati i peperoni… mannaggia e mo che famo?»
«Non ti preoccupare per stasera faremo insalata e pomodori, tanto le mie amiche stanno tutte a dieta»
«So proprio mortificata, mannaggia a me e a quanno sto co la testa da n’antra parte! Il fatto è che… penso sempre a na persona…» aggiunge Erika sottovoce.
La signora Giulia guarda Erika con meraviglia domandandosi quali altri strani segreti nasconde questa donna.
«Deve sapè che, oltre a feisbuc, me so segnata pure su un sito de datin?»
«Datin? Scusami ma stavolta non capisco»
«Sì, un posto dove ce se incontra… dove se conosce gente… vabbè, dove se rimorchia!» confessa Erika.
«Ah! Ho capito. Ma come ti è venuto in mente!»
«Na cara amica mia, Sonia, ce se è iscritta un paio de mesi fa e m’ha convinta pure a me… così ho conosciuto Nando.»
«Nando? E chi sarebbe?»

Annunci

Informazioni su nunziassuntadaquale

Osserva e Ricorda. Le immagini scorrono veloci davanti allo sguardo, a volte distratto. Osserva: sensazioni ed emozioni, scivolano addosso, come pioggia leggera e non lasciano traccia, solo una vago sentore di umido...ma osserva meglio, concentra il tuo pensiero su ogni breve istante della tua vita e ricorda... Ricorda la gioia e il dolore. L'emozione che ti avvolge, la disperazione che ti affossa in un abisso buio e profondo. Ricorda le parole, i sorrisi, gli sguardi minacciosi, l'Amore e l'Odio. La Vita e la Morte. Osservo il mondo e traduco i pensieri in parole... http:negliocchienelcuore.wordpress.com
Questa voce è stata pubblicata in The Incipit e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Terzo capitolo – LE INCREDIBILI AVVENTURE VIRTUALI DELLA SIGNORA GIULIA

  1. newwhitebear ha detto:

    Prosegue l’avventura della signora Giulia, trascinata nel vortice di Facebook. Divertente, ironico è Erika, posato e maturo Manuel. La signora Giulia? Mi sa che si scatenerà.
    Felice serata.
    Un caro abbraccio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...