Secondo capitolo – LE INCREDIBILI AVVENTURE VIRTUALI DELLA SIGNORA GIULIA

La signora Giulia si ferma nell’inquadratura della porta. Manuel continua a fissare il monitor. La donna si avvicina alla scrivania per vedere quale attività impegna così tanto il ragazzino.
La pagina è aperta Wikipedia alla parola Bullismo.
«Come procede la tua ricerca? Trovato informazioni interessanti?»
«Sì, devo dire che questa pagina è molta esaustiva. Ci sono definizioni e riferimenti che possono essermi d’aiuto»
«Bene, almeno anche se hai perso un giorno di scuola hai potuto spendere bene questo tempo. Ma cos’è l’altra pagina aperta? Mi pare Facebook o sbaglio?»
«Sì Signora, ha ragione». Il volto del ragazzino s’imporpora lievemente e alla signora Giulia non sfugge il suo velato imbarazzo.
«Già sei iscritto a Facebook? »
«Ma non è per me. Questo profilo l’ho aperto e lo gestisco per mia madre» dichiara Manuel e così dicendo apre la pagina.
La signora Giulia è stupefatta. «Tua madre?»
«Il fatto è che la mamma è un’immigrata digitale!»
«Immigrata?»
«Mia madre, purtroppo, non ha assolutamente dimestichezza con la tecnologia! Sa a malapena accendere il computer! Ma lo sa che oggi il digital divide aumenta invece che diminuire, soprattutto tra le generazioni più anziane? Il gap sta diventando incolmabile e il futuro sarà completamente in nelle mani di pochi nativi digitali! La mia generazione prenderà le redini del potere, tutti gli altri rimarranno emarginati!». Il tono del ragazzino è infervorato, sul volto si disegna un’esaltata espressione d’entusiasmo.
La donna guarda Manuel, si chiede se quello è per caso un nano travestito da ragazzino. Ma la voce di Erika nel corridoio la distrae dalle sue riflessioni.
«Maneeel… Ciccio… che fai? Hai finito bello de mamma?» Manuel alza lo sguardo al cielo e sbuffa.
«Quando la smetterà mia madre di chiamarmi in quel modo ridicolo!»
«Ah! Signora Giulia ce sta pure lei… ha visto Manuel quant’è bravo? È na scheggia col computer»
«Sì Erika, ho visto, davvero stupefacente, tuo figlio è davvero un esperto di tecnologia e mi stava dicendo che gli hai commissionato di aprire un profilo su facebook»
«Un profilo? Che signfica? Io sto su feisbuk con una foto che ha messo Manuel, dove me scrivo co le amiche mie…»
«Sì, mamma, quello è il tuo profilo! Si chiama così» Manuel è spazientito.
«Mamma tu sei proprio l’emblema dell’immigrazione digitale!»
«Che so io? Ma se so romana da quattro generazioni! Ma che…»
«Mamma lascia perdere!»
La signora Giulia sta diventando molto curiosa.
«Erika, come mai questa scelta, che ci fai con facebook se non sai usare il computer?»
«Signora Giulia, è vero, io non lo so usà ma a questo ce pensa Manuel. Io avevo sentito un sacco de amiche mie che se erano messe su feisbuk e se parlavano, se dicevano un sacco de notizie… sì, insomma un po’ de chiacchiere… come se dice in inglese… er gossip, sulla gente che conoscemo, pè divertisse, mica cose strane… allora me so decisa pure io! Sennò rimanevo indietro, ero sempre l’ultima a sapè le cose!»
Giulia non riesce a contenere la sua incredulità, mai avrebbe pensato che Erika potesse avere simili interessi. Conosceva il suo grado di istruzione, nonostante la licenza media le è sempre apparsa come una donna semplice ma corretta, senza grilli per la testa. Il gossip, Facebook, ora vede la sua collaboratrice sotto una luce diversa.
«Tutte le sere ce mettemo davanti al computer e Manuel me impara a..»
«Ti insegno mamma!»
«Sì, vabbè, me insegna a fa un po’ de cose… mo me so imparata a risponde ai commenti, a legge i messaggi… sto a diventà tecnologica pure io! Poi capita che a volte mi faccio anche le foto col cellulare, quello novo, che m’hanno regalato al compleanno le amiche mie… me scatto un bel selfe… e lo faccio mette da Manuel su feisbuk»
«S E L F I E!» scandisce a voce alta Manuel, sull’orlo dell’esasperazione.
La signora Giulia ascolta e annuisce mentre Manuel le mostra il profilo di sua madre. Nella piccola foto la donna sorride, non sembra neanche lei, tutta truccata con un’acconciatura così curata che sembra appena uscita dal parrucchiere. L’immagine di copertina la ritrae invece in un gruppo di donne, sicuramente le sue amiche.
«Quanto me diverto Signora Giulia! Ho ritrovato pure un sacco de persone che venivano a scuola con me alle medie! Lei Signora, ce sta su feisbuk?»
«No, no assolutamente no!»
«Ma come! Lei lo sa usà il computer, perché non ce se segna pure lei?
La signora Giulia rimane a fissare lo schermo, poi rivolge lo sguardo al ragazzino e poi a Erika. Un pensiero preoccupante le passa per la mente.

Annunci

Informazioni su nunziassuntadaquale

Osserva e Ricorda. Le immagini scorrono veloci davanti allo sguardo, a volte distratto. Osserva: sensazioni ed emozioni, scivolano addosso, come pioggia leggera e non lasciano traccia, solo una vago sentore di umido...ma osserva meglio, concentra il tuo pensiero su ogni breve istante della tua vita e ricorda... Ricorda la gioia e il dolore. L'emozione che ti avvolge, la disperazione che ti affossa in un abisso buio e profondo. Ricorda le parole, i sorrisi, gli sguardi minacciosi, l'Amore e l'Odio. La Vita e la Morte. Osservo il mondo e traduco i pensieri in parole... http:negliocchienelcuore.wordpress.com
Questa voce è stata pubblicata in The Incipit e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Secondo capitolo – LE INCREDIBILI AVVENTURE VIRTUALI DELLA SIGNORA GIULIA

  1. newwhitebear ha detto:

    Mi pare ben scritto e sviluppato questo secondo episodio. Credo che la signora Giulia stia cambiando opinione di Erika. Come? Forse teme che il gossip riguardi pure lei.
    Bello e interessante è quel misto di romanesco-italiano o italiano-romanesco con le parole storpiate come capita sovente di ascoltare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...